PERCHE’ UNA PROFESSIONISTA NON DOVREBBE MAI DIMENTICARSI DI ESSERE DONNA

L’altro giorno ero in auto e intanto riflettevo, in uno di quei momenti catartici alla SCRUBS (Avete mai visto la serie tv? Se no fatelo perché morirete dal ridere!)

Comunque: stavo pensando a cosa rende così speciali alcune delle imprenditrici più in gamba che conosco. La risposta è arrivata quasi subito: riescono a mantenere la loro identità femminile, mentre guidano aziende e si danno da fare in un mondo che, tendenzialmente, è sempre stato prerogativa maschile.

Ogni tanto, da donna, capita però anche a me di pensare: sì, ok, ma qual è il confine? Quand’è che è meglio comportarmi da “femmina” e quando è invece il caso di “tirare fuori le palle”? Magari ti sembrerà troppo semplice, ma la risposta è che non occorre scegliere: puoi fare entrambe le cose contemporaneamente.

GLI UOMINI VENGONO DA MARTE, LE DONNE DA VENERE

Avrai sentito decine di volte che uomini e donne sono diversi e hanno modi di pensare a volte diametralmente opposti. A volte noi donne tendiamo a farci strada nel mondo del lavoro assumendo atteggiamenti maschili, che magari non sentiamo nostri fino in fondo, ma che ci aiutano ad arrivare dritte là dove vogliamo.

Il punto è che non dobbiamo decidere se è meglio pensare da uomo o da donna e, cosa più importante, non dobbiamo snaturarci per venire incontro alle “richieste del mercato”. Se vogliamo raggiungere risultati davvero eccezionali, occorre riconoscere che possiamo portare e soprattutto ESPRIMERE una sensibilità unica e un linguaggio diverso, riconoscendo in toto la nostra identità di donne, anche e soprattutto al lavoro.

Magari ti vengono in mente alcuni episodi in cui hai avuto la percezione completamente opposta, situazioni in cui essere donna ha significato uno svantaggio o un sopruso. Ancora una volta ti dico: non si tratta indossare fiocchetti rosa e brillantini, sottomettendosi a volontà esterne pur di compiacere gli altri. Essere donna significa accogliere e usare l’incredibile potere creatore che abbiamo dentro di noi, valorizzare la bellezza in tutte le sue forme, creare relazioni umane che vanno al di là del semplice “affare di business”. Così li incantiamo tutti! Se non è potere questo..

DONNE-UOMO? NO, GRAZIE!

Ho visto tante donne rinunciare alla propria femminilità, sacrificare dolcezza, empatia e immaginazione pur di essere giudicate professionali ed efficienti o di tenere tutto sotto controllo.

Ma sai una cosa? Questo ti rende solo brava. Se tirassi fuori la tua femminilità, saresti STRAORDINARIA.

donne straordinarie al lavoro

Prova a pensarci: come sono le donne straordinarie della tua vita che conosci? Quali sono le qualità che apprezzi di più in loro? Per quante riguarda le donne che conosco io, riconosco che sanno unire determinazione e forza a una ricca dose di dolcezza, bellezza (esteriore e interiore), accoglienza e solidarietà. tutte doti dell’energia più universalmente femminile, che anche molti uomini illuminati hanno, ma che noi donne abbiamo la fortuna di avere impresse nel DNA.

3 BUONI MOTIVI PER CUI TI CONVIENE “ESSERE DONNA” ANCHE SUL LAVORO

Concludo lasciandoti quelli che per me sono 3 buoni motivi per ricordarti della tua identità femminile. Ce ne sono molti di più, ma direi che questi possono bastare!

1. Vivrai in un mondo di bellezza e colore. Tutto quello che una donna tocca sa di amorevole, morbido, caloroso. Una donna obbligata (da sè o da altri) a dimenticarsi tutto questo per conformarsi al mondo un po’ grigio e rigido del freddo calcolo è una donna sofferente, destinata a spegnersi con il passare del tempo. E non ne risentirà solo il lavoro, ma anche la vita personale.

2. Ti verrà naturale usare la più grande risorsa che hai: l’intuito.  L’intuito femminile non è una leggenda metropolitana, esiste davvero! La donna ha una sensibilità tale e una visione generale delle cose che le permette di anticipare e comprendere alcune situazioni molto prima degli uomini.

3. Starai bene con te stessa e quindi gli altri si affideranno a te più volentieri. Fare qualcosa che ti piace, nel modo in cui ti piace ti darà una grande carica, che gli altri noteranno. E questo ti permetterà di passare dal “brava” allo “straordinaria” !

 Tu cosa ne pensi? Hai qualche storia da raccontarmi di cui sei stata protagonista o che hai vissuto come spettatrice? Lascia un commento qua sotto oppure scrivimi a info@bittersweeteventi.com. Sarò felice di scambiare punti di vista con te!
Se ti è piaciuto l’argomento, ti potrebbe interessare anche: COMUNICARE CON I VESTITI (ADDOSSO): L’ABITO FA IL MONACO

 

6 BUONI MOTIVI PER CUI NON DOVRESTI SMETTERE DI AGGIORNARTI
Comunicare con i Vestiti (addosso)

______

Condividi questo articolo sui tuoi canali social!
Share on Facebook0Share on LinkedIn0
No Comments

Post A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

0

Il tuo carrello