paura di deludere le aspettative 2

I tuoi genitori cosa pensavano che avresti fatto nella vita?

I miei l’ingegnere nucleare.

No non è vero, il mio cervello riesce a fare a malapena 2+2, figurati se mi mettevo a studiare ingegneria 😀

Non so bene cosa i miei genitori si aspettassero da me. So solo che mia mamma mi ha sempre spinta a studiare le lingue, perché piacevano a lei. Mia sorella a fare il Liceo Classico, perché dava una base culturale per qualsiasi facoltà (base che ho bellamente rimosso il giorno dopo l’esame di maturità..), mio padre non aveva particolari preferenze, bastava che studiassi per fare qualche bel lavoro remunerativo e ben visto.

Bene, ancora oggi non riesco a spiegargli che lavoro faccia..

Quante volte hai paura di deludere qualcuno?

Credo tante. Tutti abbiamo timore di deludere gli altri, di non essere “all’altezza” delle loro aspettative. Ma qual è quest’altezza, poi? Chi la definisce? Dove sta scritto che la tua funzione su questa Terra sia limitata a confermare le aspettative di altre persone? Sicuro di non essere in grado di fare di meglio?

Se leggi bene cosa ho scritto in alto, troverai che le aspettative degli altri non sono altro che loro proiezioni. A mia mamma piacevano le lingue, quindi voleva che le studiassi anch’io. Mia sorella ha fatto il Classico, quale scelta migliore anche per me? Mio papà è nato e cresciuto in una realtà imprenditoriale, vuoi che io rimanga seduta a una scrivania a rispondere al telefono?

Tutti vorrebbero che tu facessi quello che loro non hanno potuto completare nella loro vita, o che rispecchia le loro scelte, i loro valori, il loro stile di vita. Per sentirsi meno soli, per sentirsi confermati nelle proprie decisioni, perché è l’unica strada che conoscono, perché hanno paura di vedere che c’è altro al di fuori della propria bolla….chi lo sa.

E attenzione, non si tratta di dare “colpe”: tutti creiamo aspettative verso altre persone e siamo a nostra volta il centro di altre aspettative. È un circolo in cui ciascuno è coinvolto, quindi non è questione di essere saggi o meno saggi, buoni o “cattivi”. Piuttosto, di diventarne consapevoli.

La tua vita non dipende dall’aspettativa altrui, semmai dalla tua decisione di seguirla.

Tu, cosa pensi di fare nella vita?

Se senti che la tua vita di oggi non ti rappresenta, sei ancora in tempo per cambiare, adesso.

Conosco persone che hanno stravolto la propria vita a 50 anni. O anche a 70 e più.

Altre che hanno fatto scelte sofferte e impegnative, che magari hanno inevitabilmente toccato altre persone attorno a loro, eppure sono stati così BENE dopo la propria decisione, da illuminare tutto ciò che sta loro intorno, nonostante la fatica.

Non esistono aspettative. Esistono solo persone che diventano consapevoli della lezione che hanno da imparare in questa vita e si prendono la responsabilità di seguirne il richiamo.


QUESTO MESE TI PROPONGO:

Branding di se stessi - Ritrovare la femminilità - corso online - BitterSweet Comunicazione dal Cuore


Isabel Colombo Comunicazione dal Cuore

Sono Isabel Colombo, 10 anni “a zig-zag” nel mondo della Comunicazione e una passione sfrenata per il mondo interiore, le relazioni umane, l’evoluzione personale.

Oggi sono Consulente di quella che io amo definire Comunicazione “dal Cuore”: insegno ai professionisti a esprimersi autenticamente attraverso la loro attività e li guido nella scelta degli strumenti giusti per farlo. Non sono una psicologa, né una coach.. semplicemente, penso che il cuore abbia proprio una bella forma!

Perché tenere duro è una c*****a
Hai mai scritto una lettera d'amore?

______

Condividi questo articolo sui tuoi canali social!
Share on Facebook2Share on LinkedIn0
No Comments

Post A Comment

0

Il tuo carrello