fino a che età vorresti vivere

Fino a che età vorresti vivere?

Ok, la domanda di oggi sembra un po’ macabra.

Sembra, perchè non va letta facendo gli scongiuri (lo so che stai facendo le corna e gettando acqua santa dovunque :-P…..)

Io la vedo invece come un’ottima domanda per rivedere il senso che diamo al tempo.

C’è chi vive ancora nel passato ed è bloccato da brutte esperienze che hanno creato convinzioni che inibiscono la fiducia.

E c’è chi invece vive solo pensando al futuro, in una continua corsa a raggiungere qualche obiettivo, poi un altro e un altro ancora.

Leggevo un interessante libro di Krishnamurti di recente, ‘Liberarsi dai condizionamenti’. Ho trovato curiosa e quasi banale (nel senso di semplice da pensare) la sua idea dellostare”, esattamente qua, nel momento presente in cui viviamo, senza strapparci i capelli per un passato che non esiste più, se non nella nostra mente, né farci venire l’ansia per un futuro che è solo in potenza ma anch’esso nella nostra mente.

L’unica vita reale è ora. E se ci pensi, è impressionante come ci facciamo condizionare da qualcosa che esiste solo nella nostra mente, ma non è più, o non è ancora.

Come possiamo interpretare il tempo, sul lavoro?

Beh, potremmo provare a pensare ad esempio….

..ai progetti che stiamo aspettando a sviluppare, per paura di quello che è stato o di ciò che sarà. (Ma come qualcuno mi ha detto, meglio avere rimorsi che rimpianti)

..a come sprechiamo il tempo per cose che non hanno a che fare con noi e con quello che siamo davvero nati per fare

..a come a volte ci facciamo venire l’ansia per raggiungere l’obiettivo. E una volta raggiunto, magari ci accorgiamo che dentro non sentiamo nulla, oppure non ci fermiamo a goderci il risultato perché non è ancora il momento. Non sarà mai il momento.

..al poco tempo che dedichiamo ad ascoltare le persone e chiacchierare realmente con loro. A quando ci sforziamo di cacciare le parole in gola perché “non sono adatte”, “poi penserà male” ecc. ecc. L’unica cosa cui dovremmo pensare è che “poi magari ci verrà un bel mal di fegato”, se non ci sforziamo di tirare fuori ciò che abbiamo dentro.

..a come siamo poco spontanei, nel bene e nel male. A come “siamo” (troppo poco) e “vorremmo essere” (troppo).

Fino a che età vorrei vivere?

Mah, il più a lungo possibile! O quanto basta per allenarmi a vivere in questo preciso istante, a dire quello che penso, comunicare ciò che provo, senza ansia ed esitazione.

E senza pensare più a quanto tempo mi resta.


Vuoi continuare a leggere? Prova con:

Quale tratto caratteriale vorresti avere?

Quand’è stata la tua ultima ‘prima volta’?


Isabel Colombo Comunicazione dal CuoreSono Isabel Colombo, una laurea in Scienze della Comunicazione e 10 anni “a zig-zag” nel mondo della Comunicazione.

E una passione sfrenata per il mondo interiore, le relazioni umane, l’evoluzione personale.

Oggi sono Consulente di quella che io amo definire Comunicazione “dal Cuore”: insegno ai professionisti a esprimersi autenticamente attraverso la loro attività e li guido nella scelta degli strumenti giusti per farlo. Non sono una psicologa, né una coach.. semplicemente, penso che il cuore abbia proprio una bella forma!

Vuoi sapere qualcosa in più su di me? Leggi qua!

Quand'è stata l'ultima volta che ti sei detto 'Fermati'?
Quale tratto caratteriale vorresti avere?

______

Condividi questo articolo sui tuoi canali social!
Share on Facebook0Share on LinkedIn0
No Comments

Post A Comment

0

Il tuo carrello